La varicella è una malattia virale, generata dal virus della varicella-zona, è molto contagiosa e viene trasmessa da persona a persona. Solitamente si contrae durante l’infanzia e si manifesta con febbre, stanchezza, eruzioni cutanee sotto forma di macule arrossate e pruriginose, che diventano delle vescicole, per poi seccare e formare infine delle croste e lasciare, talvolta, delle cicatrici.

Visage d'enfant avec des boutons de varicelle
Foto: Thomas Netsch

La varicella del bambino è una malattia molto fastidiosa, ma generalmente benigna. Il rischio di complicazioni è molto più elevato se ci si ammala di varicella in età adulta. Si stima che ogni anno in Svizzera, circa 3000 persone sopra i 16 anni siano colpite da varicella, di cui 60-70 devono essere ricoverate in ospedale a causa delle complicazioni.

Le complicazioni consistono in infezioni batteriche della pelle, polmoniti, meningiti ed encefaliti (infiammazione del cervello) spesso gravi se non addirittura letali. Se si considerano 100'000 malati, 2 bambini moriranno a causa delle complicazioni legate alla varicella, mentre il numero dei decessi tra i malati con più di 16 anni salirà a 30.

La persistenza del virus nel corpo può comportare l’apparizione di un "fuoco di Sant'Antonio" o Zona, spesso diversi anni più tardi.

La varicella rappresenta un rischio molto importante per le donne incinte (polmonite severa, malformazioni fetali), i neonati e certi malati il cui sistema immunitario è debole.

La vaccinazione contro la varicella non è attualmente raccomandata ai bambini, di conseguenza il rischio di varicella per le persone non immunizzate rimane elevato in Svizzera.

 

Vaccinazione contro la varicella

Il vaccino contro la varicella contiene dei virus vivi attenuati per indurre una buona risposta immunitaria senza causare la malattia.

La vaccinazione prevede 2 dosi con un intervallo minimo di un mese.

 

La vaccinazione contro la varicella è raccomandata

  • Aagli adolescenti tra gli 11 e i 15 anni.
  • Ai giovani adulti (fino a 40 anni) che non hanno ancora contratto la varicella e che non sono ancora protetti.

Se non siete certi di essere immunizzati contro la varicella, rivolgetevi al vostro medico o a un professionista della salute che vi fornirà tutte le informazioni del caso.

 

Raccomandazioni per persone a maggiore rischio di complicazioni

  • Bambini con eczema severo.
  • Leucemie, linfomi, mielomi.
  • Immunosoppressione farmacologica (trapianto, malattie croniche).
  • Infezione da HIV asintomatica o senza immunosoppressione.

 

Raccomandazioni per persone a maggiore rischio di esposizione e/o di trasmissione

  • Personale medico e paramedico.
  • Familiari delle persone ad alto rischio di complicazioni.

carnet de vaccination électronique

Non è mai troppo tardi per recuperare una o più vaccinazioni: non esitate a fare verificare il vostro libretto delle vaccinazioni da un professionista che saprà consigliarvi. Potete iniziare subito questa verifica: create un libretto di vaccinazione su www.lemievaccinazioni.ch, inserite le informazioni che vi riguardano e registrate le vaccinazioni che vi sono state somministrate (oppure chiedete a DATAVAC di farlo per voi!): un apposito software vi segnalerà automaticamente (punti rossi) le malattie contro le quali non siete ancora – o non siete più – protetti.

 

Grado di protezione del vaccino contro la varicella

Il vaccino protegge all’80% da tutte le forme di varicella e al 90% dalle varicelle gravi o complicate. In questo modo, la maggior parte delle persone vaccinate non contrarrà la varicella. Le altre svilupperanno una varicella attenuata: avranno meno febbre, meno lesioni cutanee e guariranno più rapidamente rispetto alle persone non vaccinate. La vaccinazione richiede 2 dosi di vaccino contro la varicella a una distanza di almeno 4 settimane. Il vaccino contro la varicella può essere somministrato contemporaneamente ad altri vaccini.

 

Effetti collaterali noti del vaccino contro la varicella

La vaccinazione contro la varicella è generalmente ben tollerata. Un arrossamento e un fastidio possono apparire nel punto d’iniezione (1 persona su 3-5), ma questi disturbi scompaiono rapidamente. Febbre (1 persona su 10-20) o qualche lesione di varicella sulla pelle (1 persona su 20-25) possono insorgere tra il 7° e il 21° giorno dopo la vaccinazione.

Altri effetti collaterali (polmonite per esempio) sono estremamente rari.

Alcuni problemi sono stati segnalati dopo questa vaccinazione, ma sono talmente rari (da meno di 1 su 100'000 a 1 su 1'000'000) che è molto difficile stabilire se il vaccino ne sia veramente la causa.


Per saperne di più :

PDF - Schede vaccinazione varicella (2010)

PDF - Recommandations vaccination contre la varicelle (2004)

PDF - Vaccination des femmes en âge de procréer (2006)