Il Calendario vaccinale svizzero è elaborato dalla Commissione Federale per le Vaccinazioni (CFV) - che comprende specialisti in pediatria, medicina generale, medicina interna, malattie infettive, epidemiologia e sanità pubblica – in collaborazione con l'Ufficio federale della sanità pubblica e Swissmedic. È diviso in tre parti:

Il Calendario vaccinale svizzero è aggiornato regolarmente e adattato in funzione dello sviluppo di nuovi vaccini, dell'evoluzione delle conoscenze riguardo alla loro efficacia e sicurezza, delle modificazioni della situazione epidemiologica in Svizzera e della riflessione concertata di esperti dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Le raccomandazioni contenute in questo calendario mirano ad ottenere una protezione ottimale della popolazione e di ogni individuo, tenendo però conto al meglio di eventuali i rischi associati alla somministrazione dei vaccini.

Una vaccinazione è raccomandata soltanto se il suo beneficio supera di gran lunga di molto il rischio di eventuali effetti collaterali.

Il calendario vaccinale svizzero è pubblicato all'inizio di ogni anno.

Attualmente i vaccini sono raccomandati :
- a 2 mesi, 4 mesi e 6 mesi (lattanti)
- a 12 mesi, 15 mesi e 24 mesi (bambini piccoli)
- tra i 4 e i 7 anni (bambini)
- tra gli 11 e i 15 anni (adolescenti)
- agli adulti, particolarmente tra 20 e 40 anni (giovani adulti)
- persone di 65 anni e più.

Non è mai troppo tardi per aggiornare una o più vaccinazioni: non esitate a fare controllare il vostro libretto di vaccinazione da un professionista che saprà consigliarvi.

 

PDF - Calendario vaccinale svizzero 2019

PDF - Calendario vaccinale svizzero 2019 - Tabella sinottica

PDF - Adeguamento del calendario vaccinale per lattanti e bambini con meno di due anni: sintesi e attuazione pratica (2019)

Libretto di vaccinazione elettronico svizzero: www.lemievaccinazioni.ch

I libretti di vaccinazione svizzeri possono essere richiesti: Shop Bundespublikationen

 

Perché proporre delle raccomandazioni vaccinali ?

Il beneficio potenziale di ogni vaccinazione, in termini di salute individuale e pubblica, è definito dalla Commissione Federale per le Vaccinazioni, in collaborazione con l’Ufficio Federale della Sanità Pubblica, dopo una rigorosa valutazione di numerosi parametri che permettono di rispondere a una dozzina di domande.

Criteri di valutazione dei nuovi vaccini, per l'elaborazione delle raccomandazioni nazionali in Svizzera
  1. Il peso della malattia
    Il peso della malattia giustifica l'elaborazione di una raccomandazione per una vaccinazione??
     
  2. Caratteristiche del vaccino
    Le caratteristiche del vaccino permettono di elaborare una raccomandazione per una vaccinazione efficace?
     
  3. Strategia di vaccinazione
    Qual è l'obiettivo mirato in una raccomandazione vaccinale?
    1. Diminuzione dei rischi nei soggetti appartenenti ai gruppi a rischio.
    2. Promozione generalizzata dell'informazione e vaccinazione complementare.
    3. Protezione di tutta la popolazione con una vaccinazione generalizzata.
       
  4. Costo-efficacia delle strategie
    Il rapporto costo-efficacia delle strategie è favorevole e paragonabile ad altri interventi sanitari?
     
  5. Accettabilità della raccomandazione
    Esiste una forte domanda o un'elevata accettazione per la raccomandazione vaccinale?
     
  6. Fattibilità della raccomandazione
    Gli obiettivi di ogni strategia sono praticamente raggiungibili?
     
  7. Capacità di valutazione della raccomandazione
    E' possibile valutare i diversi aspetti della raccomandazione?
     
  8. Domande aperte
    Esistono domande aperte di rilievo che condizionano l'attuazione della raccomandazione?
     
  9. Equità della raccomandazione
    La raccomandazione garantisce un accesso equo al vaccino per tutti i gruppi mirati?
     
  10. Considerazione legale
    Esistono problemi giuridici che possono influire sull'attuazione della raccomandazione proposta?
     
  11. Conformità della raccomandazione
    La raccomandazione proposta è conforme alle raccomandazioni nazionali o internazionali esistenti o previste?
     
  12. Considerando tutti questi elementi, qual è la migliore strategia?
    (Gruppi a rischio, vaccinazione selettiva, vaccinazione generale, nessuna vaccinazione).

Le risposte a queste domande determinano se un vaccino deve essere raccomandato o meno, e in quale categoria.