COVID-19 è una malattia causata dal nuovo coronavirus SARS-CoV-2.

Il nuovo coronavirus può causare sintomi molto differenti. Quelli più frequenti sono :

  • sintomi di una malattia acuta delle vie respiratorie (mal di gola, tosse perlopiù secca, affanno, dolori al petto);
  • febbre;
  • perdita improvvisa dell’olfatto e/o del gusto.

Maladie Covid 19Fonte: Morsa Images

Possono inoltre comparire i seguenti sintomi :

  • mal di testa;
  • malessere, debolezza generale;
  • dolori muscolari;
  • raffreddore;
  • sintomi gastrointestinali (nausea, vomito, diarrea, mal di pancia);
  • eruzioni cutanee.

I sintomi di malattia possono variare sensibilmente ed essere anche lievi. Possono però presentarsi complicazioni, come una polmonite.

Se presentate sintomi di malattia che vi preoccupano, contattate il vostro medico. Per maggiori informazioni consultate la sezione Disturbi di salute generali.

Se avvertite uno o più sintomi frequenti, è possibile che vi siate ammalati del nuovo coronavirus. Leggete le istruzioni alla pagina Isolamento e quarantena e seguitele sistematicamente.

Il COVID-19 è benigno nella maggior parte dei soggetti giovani e sani. Ma a volte può essere grave, o può richiedere molto tempo, o può lasciare postumi (perdita del gusto e/o dell'olfatto) anche in chi non appartiene a un gruppo a rischio.

In Svizzera, l'influenza stagionale provoca da 1'000 a 5'000 ricoveri all'anno. Nel 2020, il Covid-19 ha richiesto il ricovero di oltre 18'000 persone.


Per saperne di più :

 Autovalutazione sul coronavirus (site de l'OFSP)

Informazioni sulla situazione attuale

Coronavirus (UFSP)

Surveillance des cas de COVID-19 dans les hôpitaux suisses

6-month neurological and psychiatric outcomes in 236' 379 survivors of COVID-19: a retrospective cohort study using electronic health records (The Lancet Psychiatry, 6.4.2021)

High-dimensional characterization of post-acute sequalae of COVID-19 (Nature, 22.4.2021)

 Risk of acute myocardial infarction and ischaemic stroke following COVID-19 in Sweden: a self-controlled case series and matched cohort study (Lancet, 29.7.2021)

 1-year outcomes in hospital survivors with COVID-19: a longitudinal cohort study (Lancet, 28.8.2021)

 Characterizing Long COVID: Deep Phenotype of a Complex Condition (EBioMedicine, 25.11.2021)

Characteristics and Outcomes of Hospitalized Patients in South Africa During the COVID-19 Omicron Wave Compared With Previous Waves (JAMA, 30.12.2021)

Long-term cardiovascular outcomes of COVID-19 (Nature, 7.2.2022)

1-year persistent symptoms and functional impairment in SARS-CoV-2 positive and negative individuals (Journal of Internal Medicine, 15.3.2022)

Comparative analysis of the risks of hospitalisation and death associated with SARS-CoV-2 omicron (B.1.1.529) and delta (B.1.617.2) variants in England: a cohort study (The Lancet, 16.3.2022)

Symptom prevalence, duration, and risk of hospital admission in individuals infected with SARS-CoV-2 during periods of omicron and delta variant dominance: a prospective observational study from the ZOE COVID Study (The Lancet, 7.4.2022)

Some people with COVID shed nearly 60 times as much virus as others (Nature Microbiology, 28.4.2022)

 

 Evoluzione del numero di ricoveri ospedalieri tra ottobre 2021 e luglio 2022

évolution de la pandémie

Fonte: https://www.covid19.admin.ch/fr/epidemiologic/hosp?demoView=graph

 

Vaccinazione contro la COVID-19

La vaccinazione mira a fornire una protezione diretta delle persone vaccinate contro le evoluzioni gravi della malattia e a ridurre o prevenire l'ospedalizzazione e i decessi. Per il momento Swissmedic ha autorizzato i vaccini di Pfizer/BioNTech, di Moderna, di Janssen e di Novavax.

Per Pfizer/BioNTech e Moderna, si tratta di vaccini a RNA messaggero, che agiscono attraverso l’iniezione di un frammento del materiale genetico (RNA) del microbo, avvolto in una nanoparticella costituta da diversi lipidi (liposomi). La tecnologia dei vaccini a RNA messaggero è nota da circa dieci anni, ma nonostante la sua attrattività (concetto semplice, velocità di sviluppo e facilità di produzione), prima della pandemia della COVID-19, non aveva beneficiato degli investimenti necessari.

Nel caso dei vaccini vettoriali virali a base di adenovirus (Janssen/Johnson&Johnson), il codice genetico degli adenovirus è modificato (DNA troncato) in modo che il virus non possa replicarsi nel corpo umano. Questo vaccino è indicato per le persone a partire dai 18 anni che hanno una controindicazione ai vaccini a RNA messaggero, o che desiderano ricevere questo tipo di vaccino; è controindicato durante la gravidanza.

Il vaccino proteico Novavax (Nuvaxovid® - NVX-CoV2373) offre una buona protezione contro la malattia grave e previene anche le infezioni sintomatiche lievi. Tuttavia, la protezione contro le infezioni lievi da parte delle varianti Alpha e Beta è notevolmente ridotta rispetto al ceppo Wuhan originale, e solo pochi dati sulle varianti Delta e Omicron sono stati pubblicati fino ad oggi. Sulla base di queste caratteristiche e dell'autorizzazione all'immissione in commercio di Swissmedic, due dosi di Nuvaxovid® sono raccomandate per le seguenti persone: persone dai 18 anni in su, escluse le donne incinte o che allattano, che non possono essere vaccinate con un vaccino mRNA (Spikevax® di Moderna o Comirnaty® di Pfizer/BioNTech) per motivi medici o che rifiutano i vaccini mRNA. Per la vaccinazione primaria, il programma di vaccinazione raccomandato è di due dosi di Nuvaxovid® amministrate a 4 settimane di distanza. L'intervallo minimo consentito è di 21 giorni.

Almeno 4 mesi dopo la vaccinazione di base, un richiamo è raccomandato (a partire dai 12 anni e specialmente per quelli oltre i 65 anni) preferibilmente con lo stesso tipo di vaccino. Per la vaccinazione di richiamo delle persone di età inferiore ai 30 anni, si raccomanda preferibilmente il vaccino di Pfizer, indipendentemente dal vaccino utilizzato per l'immunizzazione di base.

Un secondo richiamo è raccomandato per le persone di età superiore agli 80 anni. Il grafico qui sopra illustra l'importanza di questo secondo richiamo per queste persone.

 

Vaccino COVID 19 Immunizzazione di base e Booster CH

 

Materiale informativo sulla vaccinazione anti-COVID-19: Schede informative (UFSP)

 

Raccomandazioni per persone ad alto rischio di complicazioni

La vaccinazione è fortemente raccomandata il prima possibile e d’intesa con il medico curante per gli adulti con malattie croniche ad altissimo rischio.

PDF - Recommandation de vaccination contre le COVID 19 pour l'automne 2022 valable à partir du 10.10.2022 (7.9.2022)

SARS-CoV-2 infection and COVID-19 vaccination rates in pregnant women in Scotland (Nature, 13.1.2022)

 

Raccomandazioni per le persone a maggiore rischio di esposizione e/o di trasmissione

  • Personale sanitario a contatto con pazienti e personale di assistenza di persone particolarmente a rischio
  • Adulti sotto i 65 anni in strutture collettive con elevato rischio di infezione e di focolaio
  • La vaccinazione è raccomandata anche per gli adulti e i giovani a partire dai 12 anni.

 

La raccomandazioni di vaccinazione per l'autunno 2022 - valida dal 10 ottobre - mira soprattutto a proteggere almeno temporaneamente le persone vulnerabili da una forma grave di COVID-19. Sono quindi rivolti a 1) persone di 65 anni o più e 2) adulti di età compresa tra 16 e 64 anni con un rischio maggiore di complicazioni, a causa di malattie preesistenti o gravidanza.

Le raccomandazioni si applicano in secondo luogo agli adulti di età compresa tra i 16 e i 64 anni che lavorano nel settore dell'assistenza o che si occupano di persone vulnerabili, sia a livello professionale che privato. Un richiamo fornisce una protezione a breve termine contro le infezioni e può ridurre in qualche modo l'assenteismo.

Anche gli adulti di età compresa tra i 16 e i 64 anni che non rientrano in queste due categorie possono essere vaccinati su base individuale, per motivi professionali o privati. Un richiamo fornisce una protezione a breve termine contro l'infezione e può essere necessario per i viaggi.

Si raccomanda la vaccinazione di richiamo con vaccini a mRNA, se possibile con vaccini bivalenti o con il vaccino proteico Nuvaxovid.

Il richiamo è gratuito e deve essere effettuato almeno quattro mesi dopo l'ultima vaccinazione o infezione conosciuta.

Non è raccomandata alcuna vaccinazione di richiamo per i bambini e i giovani di età inferiore ai 16 anni.

Coronavirus: documenti per i professionisti della salute (UFSP)

 

C'è solo una controindicazione: un'allergia grave come definita dai criteri della Società Svizzera delle Allergie.

Un vaccino recente non è una controindicazione al vaccino COVID-19.

Convalida della vaccinazione combinata in Svizzera, con 1 dose di vaccino RNA messaggero per coloro che hanno ricevuto 1 dose di vaccino AstraZeneca all'estero.

PDF - Recommandation de vaccination contre le COVID 19 pour l'automne 2022 valable à partir du 10.10.2022 (7.9.2022)

PDF - Recommandations de vaccination avec le vaccin à vecteur adénoviral de Janssen (21.1.2022)

PDF - Recommandations de vaccination avec le vaccin sous unitaire avec adjuvant Nuvaxovid de Novavax (13.4.2022) 

 Vaccinazione di richiamo anche per scopi non medici: si tratta principalmente di vaccinazioni per viaggiare, i cui costi saranno sostenuti dal viaggiatore stesso (10.6.2022)

 

 

Grado di protezione del vaccino contro la COVID-19

Secondo i dati dell’Istituto svizzero per gli agenti terapeutici (fine 2020), la protezione vaccinale è superiore al 90% due settimane  dopo la seconda vaccinazione con i vaccini a RNA messaggero. Con il vaccino Janssen, già 4 settimane dopo la vaccinazione di adulti (18 - 74 anni), l'efficacia del vaccino ha raggiunto il 66,9% (CI95%: 59-73) contro l'infezione e 85,4% (CI95% 54-97) contro una forma grave della malatia. Non si può ancora escludere che la vaccinazione periodica sia necessaria per le persone a rischio, come nel caso dell'influenza.

Diversi studi indicano che nelle persone completamente vaccinate e in quelle guarite la protezione da un’infezione con la variante Omicron è ridotta rispetto alla protezione dalle varianti precedenti. Secondo questi dati la protezione dall’infezione sintomatica con Omicron scende a circa il 10 % 5 mesi dopo l’immunizzazione di base con Comirnaty®. Con una vaccinazione di richiamo questa protezione può essere aumentata a breve termine a circa il 70 %, ma dopo 2-3 mesi torna a scendere a circa il 45-50 %. Per quanto riguarda la protezione vaccinale da ricoveri ospedalieri, i dati provenienti da diversi Paesi mostrano che l’efficacia 4 mesi dopo la seconda dose è solo del 50 % (a seconda dello studio 36- 70 %). Con la vaccinazione di richiamo, l’efficacia contro i ricoveri ospedalieri dovuti a un’infezione con Omicron aumenta nuovamente a circa il 90 % e dopo 3-4 mesi fa registrare una leggera diminuzione nel tempo a circa il 75-80 %. Pertanto l’efficacia della vaccinazione per Omicron, come per le varianti precedenti, è maggiore contro i decorsi gravi e le ospedalizzazioni che contro le infezioni sintomatiche.

Vaccine effectiveness against symptomatic COVID 19 UK Health March 2022
 
Vaccine effectiveness against symptomatic diseases by period after dose 1 and dose 2 for Delta (black squares) and Omicron (grey circles) for recipients of 2 doses of Pfizer vaccine as the primary course, and Pfizer or Moderna as a booster. Source: UK Health Security Agency COVID-19 vaccine surveillance report Week 11

 

Effectiveness of COVID-19 booster vaccines against covid-19 related symptoms, hospitalisation and death in England (Nature, 14.1.2022)

Association Between 3 Doses of mRNA COVID-19 Vaccine and Symptomatic Infection Caused by the SARS-CoV-2 Omicron and Delta Variants (JAMA, 21.1.2022)

Effectiveness of a Third Dose of mRNA Vaccines Against COVID-19–Associated Emergency Department and Urgent Care Encounters and Hospitalizations Among Adults During Periods of Delta and Omicron Variant Predominance — VISION Network, 10 States, August 2021–January 2022 (CDC, 28.1.2022)

Memory B cell repertoire from triple vaccinees against diverse SARS-CoV-2 variants (Nature 28.1.2022)

Vaccines elicit highly conserved cellular immunity to SARS-CoV-2 Omicron (Nature 31.1.2022)

Symptoms After COVID-19 Vaccination in Patients with Post-Acute Sequelae of SARS-CoV-2 (Journal of General Internal Medicine, 22.2.2022)

Covid-19 Vaccine Effectiveness against the Omicron (B.1.1.529) Variant (NEJM, 2.3.2022)

Effect of mRNA Vaccine Boosters against SARS-CoV-2 Omicron Infection in Qatar (NEJM, 9.3.2022)

Effectiveness of Covid-19 Vaccines over a 9-Month Period in North Carolina (NEJM, 10.3.2022)

Infectious viral load in unvaccinated and vaccinated individuals infected with ancestral, Delta or Omicron SARS-CoV-2 (Nature Medicine, 8.4.2022)

 

 

Effetti collaterali noti dei vaccini contro la COVID-19

Nei giorni successivi alla vaccinazione, alcuni effetti collaterali possono manifestarsi e scomparire, nella maggior parte dei casi, nel giro di pochi giorni.

 

Vaccino di Pfizer/BioNTech

Sulla base delle osservazioni realizzate su 8.000 persone di età superiore ai 55 anni, in studi clinici di fase 3 del vaccino Pfizer/BioNTech:
- In circa 7 persone su 10, la puntura provoca un dolore, sul momento, da lieve a moderato. Circa 1 persona su 20 sviluppa anche un arrossamento e/o prurito transitori.
- Possono verificarsi anche sensazioni di stanchezza (nella metà dei vaccinati), mal di testa (in circa 2 persone su 5), brividi, dolori muscolari o articolari (circa 1 persona su 5). Circa 1 persona su 10 sviluppa una febbre transitoria, e 1 persona su 12 sviluppa diarrea.

I dettagli sulla frequenza e la gravità degli effetti collaterali osservati tra i 43.000 partecipanti alla sperimentazione con il vaccino Pfizer/BioNTech di fase 3 sono riportati a pagina 35 e 36 (per persone di età compresa tra i 18 e i 55 anni) e a pagina 37 del presente documento.

 

Vaccino di Moderna

Sulla base delle osservazioni realizzate su 15.000 persone che hanno ricevuto il vaccino nella fase 3 degli studi clinici:
- In circa 9 persone su 10, la puntura provoca, sul momento, un dolore da lieve a moderato. Circa 2 persona su 20 sviluppa anche un arrossamento transitorio e/o prurito.
- Possono verificarsi anche sensazioni di stanchezza (in due terzi delle persone vaccinate), mal di testa (in circa 3 persone su 5), brividi, dolori muscolari o articolari (in circa 2 persona su 5). Circa 2 persona su 10 sviluppa una febbre transitoria.

I dettagli sulla frequenza e l'intensità degli effetti collaterali osservati tra i 30.000 partecipanti alla sperimentazione clinica del vaccino Moderna di fase 3 sono riportati alle pagine da 17 a 26 del presente documento.

 

Per le allergie gravi, l'incidenza è di circa 1 su 100.000 (per il vaccino Pfizer/BioNTech). Se desiderate essere protetti da COVID-19 ma in passato avete avuto una grave reazione allergica (anafilassi), parlate con il vostro medico per sapere in quali condizioni potreste essere vaccinati. PDF - SSAI: Recommandations pour vaccins contre COVID 19 en cas d'allergies

 Vaccini anti-COVID-19 e reazioni allergiche incl. Anafilassi – indicazioni per gli operatori sanitari: Primi conclusioni in merito alle reazioni allergiche (Swissmedic, 29.01.2021)

Informazioni per gli operatori sanitari riguardanti la comparsa sporadica di arrossamenti e gonfiori circa una settimana dopo la vaccinazione (Swissmedic, 19.2.2021)

 

Sono state descritte miocarditi e pericarditi associate ai vaccini COVID-19 a mRNA. I benefici della vaccinazione si mantengono superiori a tutti i possibili rischi.
Fino al 20 luglio 2021 sono stati valutati da Swissmedic 40 casi di miocardite e/o pericardite segnalati in Svizzera in relazione ai vaccini COVID-19. Le segnalazioni riguardano 7 donne e 31 uomini, in 2 casi il sesso non è noto. L’età media è di 45.5 anni (intervallo: 18-88 anni).
9 segnalazioni riguardano Comirnaty e 30 segnalazioni riguardano il vaccino COVID-19 di Moderna, in 1 caso manca questa informazione.
Fino al 19 luglio 2021 sono state somministrate in Svizzera circa 5.7 milioni di dosi di COVID-19 Vaccine Moderna e 2.9 milioni di dosi di Comirnaty.

 Vaccini a mRNA anti-COVID-19 (COVID-19 Vaccine Moderna e Comirnaty): Rischio di miocardite e pericardite (Swissmedic, 13.8.2021)

Safety of the BNT162b2 mRNA Covid-19 Vaccine in a Nationwide Setting (New England Journal of Medicine, 25.8.2021)

 Myocarditis after BNT162b2 mRNA Vaccine against Covid-19 in Israel (NEJM, 6.10.2021)

 Myocarditis after Covid-19 Vaccination in a Large Health Care Organization (NEJM, 6.10.2021)

Risk of myocarditis and pericarditis after the COVID-19 mRNA vaccination in the USA: a cohort study in claims databases (The Lancet, 11.6.2022)

 

Vaccino di Janssen

Per il vaccino a adenovirus di Janssen, l'unico rischio serio conosciuto è quello della trombosi (associata alla trombocitopenia), che negli Stati Uniti è stata osservata con delle frequenze molto basse: 8 casi ogni 100 milioni di persone vaccinate sotto i 50 anni, e 1 caso ogni 100 milioni di persone vaccinate sopra i 50 anni.

PDF - Vaccinazione anti COVID-19 con il vaccino vettoriale Janssen: informazioni importanti per i pazienti (27.01.2022)

PDF - Recommandations de vaccination avec le vaccin à vecteur adénoviral de Janssen (21.01.2022)

Statement of the WHO Global Advisory Committee on Vaccine Safety (GACVS) COVID-19 subcommittee on reports of Guillain-Barré Syndrome (GBS) following adenovirus vector COVID-19 vaccines (WHO, 26.7.2021)

Evaluation of the BNT162b2 Covid-19 Vaccine in Children 5 to 11 Years of Age (NEJM, 6.1.2022)

 COVID-19 Vaccine safety updates: Advisory Committee on Immunization Practices (CDC, 23.6.2021)

 Notifiche di casi sospetti di effetti indesiderati dei vaccini anti-COVID-19 in Svizzera – Aggiornamento (Swissmedic, 26.8.2022)

 

 


Per saperne di più :

 Informazioni su quando e dove potete vaccinarvi sono rilasciate dalle autorità cantonali – ad esempio sul sito web del Cantone. La vaccinazione è gratuita.

Comirnaty® - Informazione destinata ai pazienti

Moderna - Informazione destinata ai pazienti

Materiale informativo sulla vaccinazione anti-COVID-19: Schede informative (UFSP)

 Vaccinazione contro il coronavirus (UFSP)

PDF - Swiss Public Assessment Report - Comirnaty concentrate for dispersion for injection (Pfizer - BioNTech COVID-19 mRNA Vaccine) (Swissmedic, 30.4.2021)

 Swiss Public Assessment Report - Spikevax® (principio attivo: CX-024414) in precedenza COVID-19 Vaccine Moderna (Swissmedic, 11.1.2022)

 Swissmedic approva il primo vaccino booster bivalente anti-COVID-19 in Svizzera (29.8.2022)

 

Documenti per i professionisti della salute (UFSP)

Novità e adeguamenti dei contenuti della pagina web «Informazioni per i professionisti della salute»

PDF - Recommandation de vaccination contre le COVID 19 pour l'automne 2022 valable à partir du 10.10.2022 (7.9.2022)

PDF - Recommandations de vaccination avec le vaccin à vecteur adénoviral de Janssen (21.01.2022)

PDF - Stratégie de vaccination COVID-19 OFSP - EKIF (02.07.2021)

PDF - SSAI: Recommandations pour vaccins contre COVID 19 en cas d'allergies

Comirnaty® - Informazione professionale

Moderna - Informazione professionale

 Monitoraggio della sicurezza dei vaccini anti-COVID-19. Swissmedic chiede a tutti i soggetti coinvolti nella campagna di vaccinazione e agli altri operatori sanitari una collaborazione diretta nel monitoraggio dei vaccini, in modo da poter individuare tempestivamente eventuali problemi di sicurezza e adottare le opportune contromisure.

Vaccins contre le COVID 19: quelques réponses à beaucoup de questions (video disponibile solo in francese, Hôpitaux Universitaires de Genève 18 dicembre 2020).

 

  • Velocità di sviluppo del vaccino

    Qual è il tempo minimo necessario per stabilire la sicurezza di un vaccino ?

    Gli effetti collaterali si manifestano nei giorni, nelle settimane e nei 2-3 mesi successivi alla vaccinazione, mentre il sistema immunitario è completamente attivato. Pertanto, un follow-up di 6 mesi è necessario e sufficiente per identificarli. L'altro fattore importante per valutare la sicurezza di un vaccino è il numero di persone già vaccinate senza segnale d'allerta.


    Saranno mai disponibili vaccini che possono essere somministrati senza aghi ?

    Le sperimentazioni con vaccini orali e spray sono attualmente in corso, ma sono ancora in una fase iniziale (fase 1 delle sperimentazioni cliniche). Questi vaccini sono particolarmente difficili da sviluppare e l'immunità che inducono è spesso di breve durata.


    Saranno presto disponibili altri vaccini contro COVID-19, ma basati sulle stesse tecnologie tradizionalmente utilizzate in Svizzera ?

    1) Nessun vaccino vivo attenuato di CoV-2-SARS è in fase di sperimentazione clinica: data l'immunità transitoria indotta da COVID-19, questo candidato vaccino non sembra molto promettente; 2) Diversi vaccini contenenti CoV-2-SARS intero in forma inattivata sono in sviluppo clinico (fasi 1, 2 o 3) - se non già somministrato alla popolazione (Cina). Tuttavia, sono formulati con sali di alluminio, un coadiuvante ben noto che non è considerato ottimale per il CoV-2-SARS.


    I protocolli delle sperimentazioni cliniche dei tre vaccini presentati in Svizzera sono disponibili al pubblico ?

    Sì, sono disponibili qui (Moderna), qui (Pfizer) e qui (AstraZeneca).


    Come si possono sviluppare così rapidamente vaccini basati sulle nuove tecnologie ?

    La tecnologia del vaccino contro l'RNA messaggero è nota da circa dieci anni ma, nonostante la sua attratività (semplicità di concetto, velocità di sviluppo e facilità di produzione), non ha potuto beneficiare degli investimenti necessari prima della mobilitazione dovuta alla pandemia COVID-19. I vaccini Adenovectored sono più conosciuti, e uno di questi è stato anche recentemente registrato contro l'Ebola. Lo sviluppo di questi nuovi vaccini non è "stato iniziato da zero".


    Com'è possibile che in meno di un anno si possa sviluppare un vaccino altrettanto efficace contro il COVID-19, mentre il vaccino antinfluenzale non è altrettanto efficace (eppure i ricercatori lavorano su questi vaccini da decenni) ?

    Sono mancati gli investimenti per finanziare la ricerca sui vaccini messaggeri contro l'RNA. Ma se mantengono le loro promesse, questa semplice tecnologia potrebbe essere adottata in futuro per molti altri vaccini - compresi quelli contro l'influenza.

     

    Rapidité du développement des vaccins contre le COVID-19

  • Sperimentazioni cliniche in corso

    Quasi 200 potenziali vaccini sono in fase di valutazione sugli animali in laboratorio e, in alcuni casi, testati anche sull’uomo grazie a dei volontari. Prima di essere autorizzati, questi candidati vaccini devono passare attraverso diverse fasi di sviluppo.

    I candidati al vaccino che sono stati testati sull'uomo possono essere trovati QUI.

  • 1