Nella popolazione generale, circa il 15% delle persone sono portatrici del batterio Neisseria meningitidis (meningococchi) nel naso o nella gola senza essere malate. Esistono cinque principali tipi di meningococchi (A, B, C, W e Y). Se alcuni ceppi di questi batteri riescono ad attraversare le mucose e invadere il sangue, possono provocare gravi malattie.

Bébé de 4 mois avec une main attaquée par la gangrène lors d'une  infection par des méningocoques
Bambino di 4 mesi con una mano attaccata da cancrena durante un'infezione da meningococco.
Foto: Centers for Disease Control and Prevention

Le complicazioni sono frequenti dopo un’infezione da meningococchi. Le meningiti purulente o le infezioni generalizzate del sangue (setticemie) da meningococchi fanno parte delle malattie più gravi che minacciano la vita. Quando questi batteri raggiungono il sangue, causano uno stato di shock che provoca insufficienza multiorgano e la morte nel 10% dei casi. Nel 20% dei casi sopraggiungono delle conseguenze irreversibili (necrosi della pelle, perdita di parte di un arto, paralisi, ritardo psicomotorio, sordità).

Fortunatamente queste malattie gravi sono relativamente rare, la loro frequenza si è nettamente ridotta in Svizzera tra il 2007 e il 2016. Ogni anno si contano mediamente più di venti infezioni gravi da meningococco che riguardano bambini o giovani di età inferiore a 20 anni.

Tra il 2007 e il 2016, la metà di questi casi era dovuta ai meningococchi B e un quarto ai meningococchi C. Tuttavia, dal 2014 la frequenza e la proporzione delle malattie invasive dovute ai meningococchi W e Y sono aumentate anche se il loro numero annuo rimane limitato (in media 5-6 infezioni all’anno nei giovani di età inferiore a 20 anni).


Per saperne di più :

PDF - Maladies invasives à méningocoques (2007–2016)

pour tout public Cifre sulle malattie infettive - Meningococchi: malattia invasiva

 

Vaccini contro i meningococchi

I vaccini contro i meningococchi contengono solo gli zuccheri della capsula di uno o più ceppi di batteri, associati a una proteina vettrice. La loro azione è sostenuta da un sale di alluminio. In Svizzera, il vaccino monovalente per il meningococco C non è più raccomandato e sostituito da un vaccino quadrivalente per i meningococchi A, C, W e Y (Menveo®). In Europa, esiste anche un vaccino contro i meningococchi B (il Bexsero®), che non è ancora stato registrato da Swissmedic.

 

  I vaccini contro i meningococchi sono raccomandati:

  • ai bambini tra 2 e 5 anni (una dose)
  • agli adolescenti tra gli 11 e i 15 anni (recupero fino ai 19 anni, una dose)

Le complicazioni delle infezioni da meningococchi possono essere gravi, ma i casi rimangono rari. Ecco perché questa vaccinazione fa parte delle vaccinazioni complementari, proposte ai genitori che desiderano la migliore copertura vaccinale possibile per proteggere i loro figli contro le infezioni del sangue e le meningiti da meningococchi del gruppo C.

 

Raccomandazioni per persone a maggiore rischio di complicazioni

  • La vaccinazione contro le infezioni da meningococchi A, C, W e Y (due dosi, poi una dose di richiamo ogni 5 anni) è raccomandata, a partire dall’età di 2 anni, per i soggetti che presentano determinati fattori di rischio :
    • alcune malattie del sangue (deficit dei fattori terminali o dei fattori della via alternativa del complemento, coagulopatie legate a un deficit omozigote di proteine S o C),
    • deficit funzionali della milza (asplenia funzionale o anatomica),
    • disturbi immunologici che implicano deficit di risposta immunitaria ai vaccini polisaccaridicide.

 

Raccomandazioni per persone a maggiore rischio di esposizione e/o di trasmissione

  • Il personale di laboratori di microbiologia con probabilità di lavorare con sospensioni di meningococchi.
  • I viaggiatori in caso di soggiorni di oltre un mese in zone di endemia, o in caso di soggiorni anche brevi in zone di epidemia.
  • Le reclute non vaccinate durante gli ultimi 5 anni.
    Chi si è trovato a contatto con un caso probabile o certo dovuto a meningococchi.
  • I bambini non vaccinati e il personale di un asilo o di una scuola, se 2 casi probabili o certi vi si sono verificati in meno di 12 settimane - con un caso dovuto a un meningococco del sierogruppo C, W o Y, e l’altro caso a un meningococco del sierogruppo C o ignoto.

carnet de vaccination électronique

Non è mai troppo tardi per recuperare una o più vaccinazioni: non esitate a fare verificare il vostro libretto delle vaccinazioni da un professionista che saprà consigliarvi. Potete iniziare subito questa verifica: create un libretto di vaccinazione su www.lemievaccinazioni.ch, inserite le informazioni che vi riguardano e registrate le vaccinazioni che vi sono state somministrate (oppure chiedete a DATAVAC di farlo per voi!): un apposito software vi segnalerà automaticamente (punti rossi) le malattie contro le quali non siete ancora – o non siete più – protetti.

  www.safetravel.ch – consigli medici per i viaggiatori

 

Grado di protezione dei vaccini contro i meningococchi

L’efficacia dei vaccini quadrivalenti (A, C, W, Y) contro i meningococchi varia dall’83% al 98% nei bambini da 1 a 4 anni e dal 93% al 96% nei giovani da 11 a 18 anni.

L’efficacia del vaccino contro i meningococchi B, non ancora registrato in Svizzera, è in corso di valutazione. I primi dati provenienti dall’Inghilterra indicano una buona efficacia nei lattanti (3 dosi).

 

Effetti collaterali noti dei vaccini contro i meningococchi

I vaccini coniugati contro i meningococchi sono stati sviluppati appositamente per i lattanti. Possono provocare un po’ di febbre, irritabilità, stanchezza, mancanza d’appetito o una reazione (arrossamento o gonfiore doloroso) sul punto d’iniezione in 1-4 bambini su 10. Se la febbre supera i 39,5°C, può provocare delle convulsioni febbrili. Quindi è importante controllare la temperatura dopo la vaccinazione di un lattante. Gli adolescenti lamentano spesso di dolori muscolari o di mal di testa dopo questa vaccinazione. Gli effetti collaterali sgradevoli e passeggeri sono trascurabili rispetto ai benefici di una protezione contro i meningococchi.

Altri problemi sono stati segnalati dopo questa vaccinazione, ma sono talmente rari (da 1 caso su 100'000 a 1 su 1'000'000) che è molto difficile stabilire se il vaccino ne sia veramente la causa o se si tratti di una coincidenza.


Per saperne di più :

PDF - Schede sulle vaccinazioni: Meningococchi (Marzo 2019)

PDF - Couverture vaccinale des enfants âgés de 2, 8 et 16 ans en Suisse (2014-2016)

PDF - Protezione contro le malattie invasive da meningococchi: Adattamento delle raccomandazioni relative alla vaccinazione (2018)

PDF - FAQ vaccination méningocoques (2018)

PDF - Vaccination des personnes à risque accru d’infection (2015)

PDF - Vaccin quadrivalent conjugué (2011)

PDF - Prévention des infections graves en cas d’asplénie (2015)