InfoVac

InfoVac – la linea diretta dell’informazione sui vaccini e le vaccinazioni !

Esposizione recente a un infezione

A volte è possibile limitare il rischio di conseguenze gravi se si interviene molto rapidamente dopo un contatto con un virus o un batterio.

Una prevenzione secondaria mediante una vaccinazione dopo esposizione è raccomandata nelle situazioni seguenti:

  • Epatite A: appena possibile, prima dell'itterizia e/o della positività degli anticorpi IgM
  • Epatite B: appena possibile dopo l'esposizione
  • Morbillo: appena possibile, nei 3 giorni che seguono l'esposizione (se non ci sono controindicazioni)
  • Varicella: appena possibile, nei 3 giorni che seguono l'esposizione (se non ci sono controindicazioni)

E raccomandata una prevenzione secondaria mediante la somministrazione di immunoglobuline (anticorpi) dopo un'esposizione nelle situazioni seguenti:

  • Epatite B : nelle 12 ore che seguono un'esposizione alla nascita, nei 7 giorni che seguono un'esposizione professionale.
  • Rabbia : appena possibile (senza limiti di tempo) se una persona non vaccinata o parzialmente vaccinata viene esposta alla malattia.
  • Morbillo : nei 6 giorni che seguono l'esposizione (persone immunosoppresse, controindicazione medica alla vaccinazione).
  • Rosolia durante la gravidanza : appena possibile (senza limite di tempo) dopo l'esposizione.
  • Tetano : appena possibile (senza limiti di tempo) dopo esposizione in presenza di ferite sporche o necrotiche.
  • Varicella : nei 6 giorni che seguono un'esposizione (persone immunosoppresse, controindicazione medica alla vaccinazione).

Per saperne di più : (Scaricare Adobe Reader per accedere a questo documento)
Pour les professionnels Recommandations en post-exposition